Miveg 2016: festival vegan ed etico a Villa Arconati di Bollate. Day #2

MiVeg Blues: mode on. Una settimana dopo, ma siamo ancora tutti a Villa Arconati di Bollate, con la mente e soprattutto il cuore.

miveg-20161104-123951-_k2a3941

Il MiVeg 2016 è finito e ognuno di noi,  ognuno di quelli che hanno investito le loro energie per organizzarlo e tenerlo in piedi, si ritrova nel vortice non imprecisato di tristezza cosmica, imbrigliato in quella sensazione di caducità che solo i sogni realizzati e portati a termine con successo sanno lasciare, come quando scarti da piccolo la calza della Befana e dici: “Oddio, adesso è davvero tutto finito”. E ora? Ora che fare se non aspettare il fermento dell’anno prossimo?!

Per chi non avesse ancora capito di cosa si stia parlando, ecco una sintesi estrema: Miveg è un festival di due giorni completamente gratuito, che si è svolto tra sabato 5 e domenica 6 novembre, dedicato agli animali e a coloro che vogliono scoprire il crescente movimento culturale ed etico basato sul loro rispetto. Organizzato da Essere Animali e Vita da Cani Onlus, è il primo Festival Vegan all’interno della città di Milano, negli ampi e bellissimi spazi di Villa Arconati di Bollate. Nato per dare maggiore visibilità ad un’idea rivoluzionaria, l’idea che nessun essere vivente valga più di un altro e che tutti abbiamo lo stesso diritto alla libertà e ad una vita dignitosa.

miveg-20161105-131841-_k2a5736

miveg-20161105-130912-_k2a5697

miveg-20161105-130858-_k2a5696

miveg-20161105-130642-_k2a5677

miveg-20161105-131502-_k2a5719

miveg-20161105-130759-_k2a5689

La pioggia ha rischiato di rovinare tutto, ma il festival non si è fermato e la gente ha continuato ad arrivare curiosa e interessata durante tutta la domenica, insieme ad amici cani e tanti, tanti!, bambini.

miveg-20161105-125846-_k2a5636

miveg-20161105-153030-_k2a6021

miveg-20161105-151011-_k2a5943

miveg-20161106-121939-_k2a6629

Al bar – in prima linea – c’erano la mia adorata Cesca (che è rimasta fra l’altro a dormire a casa mia insieme a Greta, un’altra volontaria di cui mi sono innamorata) e Brenda di Essere Animali, pronte a servire le classiche colazioni italiane, senza però derivati animali. Vedere i volti soddisfatti e quasi increduli davanti a cappuccio e cornetto riempie sempre di gioia, vero?!

miveg-20161105-135249-_k2a5875

miveg-20161106-104235-_k2a6497

In cucina si è lavorato instancabilmente per servire un numero imprecisato di pasti caldi tra lasagne, paella, polenta, risotti vari, fritti di tutti i tipi, burger, pizze da urlo e una valanga di altre portate che ora mi sfuggono, perchè la mente ha rimosso l’amarezza di non poter trovare con facilità, da altre parti, tale varietà di proposte in chiave vegan.

miveg-20161106-130522-_k2a6696

miveg-20161105-204926-_k2a6336

miveg-20161105-202818-_k2a6333

miveg-20161106-133119-_k2a6763

miveg-20161106-132545-_k2a6738

Quest’anno, una bella novità: con 1 euro, si è potuto donare un pasto ai senzatetto di Milano e ai migranti. 50 cent del coupon solidale sono andati alla Compagnia della polenta, 50 cent a un gruppo di volontari che prepara pasti vegan (e raccoglie vestiti) per i migranti che stazionano a Como.

La mia compagna d’eccezione, con cui ho cercato di documentare in diretta e al meglio questo Festival, ha praticamente inaugurato la giornata di domenica scorsa con un workshop preziosissimo: Ricette rapide con i cereali, dall’antipasto al dolce.
Lucia, autrice fra l’altro del libro Diario di una famiglia vegan, e Denise Filippinbiologa nutrizionista esperta in alimentazione vegana in gravidanza, allattamento e svezzamento – hanno proposto alcune ricette veloci per imparare a sfruttare al meglio le proprietà nutrizionali dei cereali, versatili in cucina e preziosi per la salute, con un’attenzione particolare a chi ha bisogno di escludere il glutine dalla propria alimentazione.

miveg-20161106-121156-_k2a6600

Gli altri workshop? Su dolci, fermentazioni, autoproduzione di dentifrici e arcobaleni (con la mia adorata Betti!)… Per non parlare delle conferenze, che hanno spaziato dall’antispecismo fino al viaggio nel tempo di Aida Vittoria Eltanin, in cui si è parlato di una nutrita schiera di donne vegetariane e animaliste che hanno fatto la storia, e che la storia ha dimenticato.

miveg-20161106-160243-_k2a6882

miveg-20161106-194352-_k2a7047

miveg-20161105-184227-_k2a6214

Tanti amici abbracciati, che sono venuti anche a trovarmi da lontano (a proposito: ti voglio bene, Nocciolins!), tanti legami nuovi creati sul campo, tante persone presenti purtroppo solo col cuore, a cui sono e resterò sempre legata da un filo rosso, tanto desiderio di cambiamento, a partire da gesti concreti e quotidiani.

miveg-20161105-161221-_k2a6128

miveg-20161106-135611-_k2a6846

Abbiamo infine provato a chiedere un’opinione su questi due giorni molto intensi a volontari, espositori e associazioni. Le loro bellissime risposte ci ripagano di tutti gli sforzi organizzativi e ci confermano che il MiVeg è un’esperienza unica. Se siete curiosi, il video lo trovate qua. E il feedback dei visitatori? Un piccolo sunto di tante cose che ci sono state dette e raccontate… qua!

Miveg è sempre tutto questo. Sniff. All’anno prossimo!

Foto: Francesco Castaldo

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Food Blog Theme from Nimbus
Powered by WordPress