Insalata russa con maionese vegan

E cosa farci della magia della maionese se non usarla per assaporare un’insalata russa bella fresca e goduriosa?

La più nota delle insalate del gruppo “insalate composte di verdure cotte o miste di cotte e crude” è servita prevalentemente come antipasto ed è essenzialmente composta da tocchetti di verdure lessate, mescolate appunto con salsa maionese.

Tradizionalmente nasce in Russia come un piatto per ricchi, divenuto poi famoso in una variante più economica durante il periodo sovietico.

La versione originale pare sia stata creata da Lucien Olivier nelle cucine di uno dei più importanti ristoranti di Mosca: l’Hermitage. La sua ricetta era talmente importante da essere tenuta addirittura segreta e sembra quasi certo che in tutto ciò le patate, ingrediente principale dell’attuale versione, non fossero nemmeno comprese. Uno dei suoi sottoposti tentò di rubarla, provando poi a rivenderla a un ristorante concorrente, che la inserì nel menù con il nome di Insalata della capitale (in russo, Stolychny). Non fu, però, particolarmente apprezzata: il condimento originale di Olivier aveva infatti una marcia in più, data dalla scelta di materie prime ricercate: la sua maionese era creata infatti con aceto di vino francese, senape e olio d’oliva della Provenza, che la facevano da padroni.

Molti ingredienti originali vennero quindi progressivamente rimpiazzati da altri meno cari e non legati alla stagionalità, fino ad arrivare alla rielaborazione che portiamo oggi sulle nostre tavole.

20062015-DSC_1819

L’insalata russa è un piatto di base nei pranzi festivi russi, soprattutto tra Natale e Capodanno, ed è spesso accompagnata da champagne sovietico e mandarini del Marocco.

Fra l’altro, essa prende nomi diversi in funzione della nazione in cui viene preparata e, generalmente, viene riferita ad un paese estero: così in Germania è detta “all’italiana“, in Russia “alla Oliver” oppure “alla polacca” o alla “genovese“, in Italia è semplicemente “insalata russa“.

Le curiosità, sono per lo più riportate da qua

Ed ora, la ricetta, perchè altrimenti non vale!

20062015-DSC_1820

Insalata Russa
Serves 8
Insalata Russa con vegan mayo, senza derivati animali.
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Total Time
40 min
Ingredients
  1. 3 patate grandi
  2. 4 carote
  3. 1 rapa bianca piccola
  4. 200 gr di piselli
  5. 200 gr di fagiolini
  6. Una manciata di cetriolini sottaceto, se piacciono (la ricetta originale prevede però quelli sotto sale, che qua in Italia praticamente non si trovano)
  7. maionese fatta in casa q.b. per legare (con queste dosi di verdure, partite da almeno 150 ml di latte di soia per fare la mayo)
  8. Sale integrale q.b.
Instructions
  1. Pulite tutte le verdure, tagliatele a dadini di dimensioni uniformi e cuocetele al vapore per una quindicina di minuti, insieme ai pisellini freschi (o surgelati, se si è fuori stagione).
  2. Anche se di consistenze diverse, in un quarto d’ora i cubetti cuoceranno in maniera uniforme e resteranno croccanti, senza assorbire troppa acqua.
  3. Mentre le verdure cuociono, potete quindi dedicarvi a preparare la maionese.
  4. A cottura ultimata, raffreddate le verdurine sotto un getto di acqua corrente e lasciatele asciugare su di un panno pulito.
  5. Unitele quindi ai cetriolini sottaceto, tagliati anch’essi a tocchetti uniformi, e mescolate infine il tutto in una ciotola capiente, insieme alla maionese. Assaggiate, regolandovi di sale, e scegliete la modalità di presentazione.
  6. Ricordatevi solo che l’insalata russa deve essere abbastanza asciutta: la maionese serve esclusivamente per legare gli ingredienti!
Blush your Seeds http://blushurseeds.com/

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Food Blog Theme from Nimbus
Powered by WordPress