FA’cciamo la cosa giusta anche noi

Giringirello in quel di Milano in fiera domenica: Vera & Simo, incaricati da Daniela, sono corsi a innamorarsi di persone con progetti splendidi.

Fa’ la cosa giusta! è la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. La tredicesima edizione dell’evento si è svolta dal 18 al 20 Marzo 2016, nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity.

Nata nel 2004 da un progetto della casa editrice Terre di mezzo, ha la finalità di far conoscere e diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale.”

Fatta questa premessa, impossibile raccontarvi tutto quello che è stato visto, seriamente. Due padiglioni enormi suddivisi in splendide aree tematiche: tra le quali abbiamo un’area Vegan, un’area dedicata ai Neogenitori & ai Piccoli, un’area enorme dedicata alla cosmesi, una dedicata al turismo e al fashion… Insomma, aree pensate davvero per tutti e per le esigenze di tutti.

Quindi, ora vi dirò di cosa mi sono fortemente innamorata. Simone e io siamo innamorati delle buone birre da sempre, lui in particolare ama la Weizen e fatica a trovarne di artigianali che gli piacciano davvero. Allora ci siamo sacrificati tantissimo e abbiamo assaggiato quelle del Birrificio Italiano.
Come da tradizione, a me piaceva di più quella ambrata mentre a Simo quella chiara. Buone proprio!

Non contenti, abbiamo assaggiato anche le birre e soprattutto il sidro del Beer & Bier.

Una volta brilli, era ora di fare le cose per bene e continuare a bere cose buone! Quindi – gironzolando – ho avuto modo di assaggiare e sbocconcellare qua e là: tra i vari snack croccanti vi narro la mia esperienza con Druantia e i loro prodotti magnifici: dai peperoni lucani secchi croccanti (buonissimi! Sembrano chips!), alle creme al rafano e alla zucca e cannella, che mi hanno lasciato il palato piccantino e quindi mi hanno obbligato (che vittima!) a bere il nettare all’uva fragola (e avrei dovuto prenderne di più perchè Simo me l’ha rubato tutto!).

E poi… Ho trovato il kebab di Seitan e l’ho trovato supremo!

Una volta nutriti e rifocillati era ora di un dolcino! E cosa potevo mangiare di più buono di un brownie squisito e un Cookie Vegan alle bacche di Goji dal profumo supremissimerrimo (molto apprezzato anche da quell’ingordo golosone di Simone)?
Della serie: innamoriamoci dei dolci buoni e che fanno bene, o questo è quello che mi hanno detto quelli di àmati dopo avermi raccontato il segreto del loro magnifico Cookie. 

E, quindi, mangiare ho mangiato. Bere ho bevuto. Amare ho amato. Mi sono spostata al reparto cosmesi e ho visto moltissimi prodotti che conosco bene e apprezzo moltissimo… tra i quali la crema mani toccasana che contiene olio extravergine e Aloe e mi piace molto come base per il make-up.

Ma è stato poco prima di rientrare che ho visto in queste persone l’innovazione, l’amore, il talento. Per uscire sono passata davanti all’area riservata ai piccini dove ho visto giochi e attività splendide! Ma ho visto soprattutto Vaiolet, e il loro mondo piccolo! Riarrederei casa solo per trovare mille posticini per le luci e le abat-jour a forma di casetta e faro!
Ed è con questa immagine splendidissima che proprio come nelle migliori favole ho concluso il mio percorso. Diciamo proprio che credo di aver percorso tanta strada e alla fine aver visto la lucina (a forma di casetta) che mi ha mostrato quanto bello potesse essere fare davvero la cosa giusta.

Se volete gustarvi una bella carrellata di immagini di quest’anno, andate qua.

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Food Blog Theme from Nimbus
Powered by WordPress